lunedì 23 marzo 2020

LA LEZIONE "CORONAVIRUS"


LA LEZIONE CORONAVIRUS

 -LA CRISI DELL'UMANITA' 
VERSO IL NUOVO ORDINE MONDIALE-





Come affermo in questo video, molto crudo, questo virus non è un tiratore scelto, non ha mirato al cuore e al cervello di questo sistema malato. Anzi, forse ne è addirittura figlio (..) Forse dovrebbe chiedere i diritti al regista di "Contagion", un film del 2011.. 
Chi ne ha saputo trarre una preziosa lezione, in realtà non ne aveva assolutamente bisogno. 
Come ricostruiremo se abbiamo perso la saggezza dei nostri anziani, memoria storica, i più sensibili, temo i migliori? 
Resta il suolo coperto di cadaveri che ancora non possono essere pianti e seppelliti dignitosamente.



 






Che ci sia luna, (una speranza), sul sentiero notturno, (in questa tragedia collettiva), di chi porta fiori, (di chi semina ancora, lotta ancora e fa crescere in silenzio i fiori più belli della sua anima. Semina per le nuove generazioni, con umiltà).








La mia battaglia personale continua. Continuerò a dare voce ai giusti, a lavorare con umiltà e in silenzio per le nuove generazioni.
I giusti sono gli ultimi, gli umili, quelli che sono davvero artefici delle vere rivoluzioni durature: solo che sono silenziosi, ci mettono tanto tempo; unico problema: non c'è più tempo!











Da atea, scrissi questa preghiera. Come la musica è la lingua universale, anche il grido di pietà giunga unanime non solo a Dio, che è l'unico ad ascoltarci, ma a chi vuole ucciderci per i suoi biechi interessi, senza farsi scrupolo alcuno. Restiamo uniti davvero. Come in questo video, dove ogni confessione, ogni ateo, ogni uomo, urla che esiste, che vuole vivere al meglio, protagonista del miglioramento globale. Abbiamo tutte le carte in regola per farcela: le nostre anime e i nostri cuori parlano la stessa lingua. Ne ho le prove: "Cinema d'ascolto"  in cui, attraverso lo studio di tutta la cinematografia mondiale, dai fratelli Lumiere ai giorni nostri, e della sua colonna sonora, ho desunto tutte le categorie che muovono il linguaggio universale per eccellenza, la musica, e ho dimostrato che una pace è davvero possibile per l’umanità, perché in fondo al cuore, parla la stessa lingua.
Ho seminato lungamente. Ho scritto, detto, musicato il futuro da troppo tempo. Non amo dire che l'avevo già detto. Quand'anche tutto questo finirà, non mi troverete in strada a brindare: resterò sola, in silenzio, a ringraziare Dio e i medici, nelle cui mani siamo tutti quanti. Continuerò a dare voce a quei pochi giusti rimasti.




In fondo, sono solo un "menestrello".





P.S. News dal menestrello:



...E fu così che i sopravvissuti al covid 19 che avevano imparato la lezione (rallentare) videro i loro stessi fratelli che correvano a buttarsi molto velocemente, come i lemming dal promontorio,
 tra le braccia del Cancro.






la vostra affezionata Mariangela



LETTERA DELLA MUSICA ALL'UMANITA'



Un umile omaggio alla Musica e ai miei amici musicisti.
Un'umile riflessione per chiunque voglia ascoltare, sull'importanza della musica e degli operatori del settore, e il loro ruolo fondamentale in un momento drammatico come questo. 
Con l'augurio che la percezione dell'importanza della musica cambi..


Cara Umanità,
sono la Musica.
Sono la voce di Dio, e la tua voce più vera.
Quando sono,
tu ridi, piangi, ti commuovi:
ti emozioni.
I miei figli veri sono Lavoratori
e tu spesso ne ignori la fatica,
non ascolti.
Loro non lavorano per il tuo plauso,
ma per me,
onorano me sola.
Diffida dei divi che mi svendono,
inseguono solo la loro ambizione.
I miei veri figli hanno doni e talenti che neppure immagini
e che raffinano con anni di studio e sacrificio
indicibili.
Io unisco, io vivo,
annullo il tempo e lo spazio.
Sono l'autentica voce della tua anima
e voce dell'Oltre.
Ti porto indietro nel tempo,
ti immergo nei ricordi,
ti proietto nel futuro,
eterna duro.
Ascolta la tua voce più vera!
Chi si occupa di me
e mi si dedica completamente
lo fa perché ti ama, cara umanità.
Merito di essere amata: sono la voce del mondo,
la voce di ogni essere umano,
aldilà delle vostre sciocche divisioni di razza, di ceto, di sesso, di benavere, in ogni parte del mondo sono la stessa.
E quando l’umanità ha avuto bisogno di sostegno,
solo io te l'ho dato davvero, non la politica, non i banchieri, o peggio gli
-ismi di ogni risma. Ai quali non mi sono piegata. I miei figli sono arrivati a morire per me, e per la libertà.
Sono nata insieme al tuo desiderio di comunicare, di esprimerti,
di metterti in relazione con gli altri e col creato,
di volare, di parlare con Dio...
Ora preferisci la tecnologia a me e non vieni nemmeno più ai concerti.
Non consideri nemmeno lavoratori i miei figli,
non ascolti se non ciò che ti fa comodo...O che ti inducono ad ascoltare,
ma io sono ben altro, miei amati esseri umani...
Non vi ho mai abbandonato.
Accompagnavo i momenti sacri fin dall'antichità,
ero considerata magia, matematica, la matrice, la madre, il mare..
.
Ci sono stati i secoli bui del Medioevo,
ma c’erano i trovatori, i trovieri, che cantavano le gesta degli eroi;
c’è stata la schiavitù, ma dalle piantagioni si innalzavano gli spirituals.
Ci sono state due guerre mondiali, ma i caffè concerto trasudavano cultura e ironia; e quelle gighe suonate sulle vecchie scricchiolanti corde di violini striduli, sì che laceravano l’anima e dicevano tutta la verità, per non dimenticare, per non rifare gli stessi errori.
Oggi la canzone racconta le tue storie, i tuoi sogni, le tue aspirazioni, i tuoi dolori.
Non lasciare che io muoia, morirebbe la voce del mondo intero,
l’anima dell’umanità.
In principio era il Verbo, ricordalo sempre.
Avere un dono è anche avere una grande responsabilità: la vita è un'avventura straordinaria, riempila di me e fa' buon viaggio!

mercoledì 5 febbraio 2020

TERRA! Spettacolo teatrale dedicato al Pianeta.

TERRA 

Spettacolo teatrale di Lorenzo Alfieri

Regia di Gianni Lamanna


Musiche originali: Mariangela Ungaro



Il compositore è un lavoratore che traduce emozioni universalmente riconosciute in Musica, il linguaggio universale per eccellenza.


Il regista dello spettacolo "Terra" ha dichiarato:

- Quando inizialmente non avevo ancora ben chiara la sequenza delle azioni, mi bastava ascoltare la musica per capire esattamente che cosa sarebbe accaduto in scena.



In realtà siamo di fronte ad una colonna sonora per cinema: un nuovo modo di sonorizzare il teatro.


Uno spettacolo straordinario dedicato a madre Terra.


7 e 8 Febbraio
Ore 21:00
Teatro Argòmm
Via Graziano Imperatore 40, Milano (zona Niguarda)


Dopo un lungo lavoro di studio e scrittura sono orgoglioso di annunciare la nascita di Terra, il mio primo spettacolo come autore e interprete che debutterà il 7 e l'8 febbraio al teatro Argomm di Milano con la regia di Gianni Lamanna e le musiche originali di Mariangela Ungaro. L'idea di Terra è legata ad un evento preciso. Il 29 ottobre 2018 ho assistito personalmente all'ecatombe di alberi abbattuti dai venti anomali che hanno falcidiato il nord est e più in particolare la Piana di Marcesina. Come genitore e come artista, superato lo sconforto e il senso di impotenza di fronte al ruggito di dolore della Natura, mi sono chiesto cosa potessi fare concretamente per contribuire a diffondere tra i ragazzi e gli adulti una maggiore consapevolezza attorno all'origine dei cambiamenti climatici, convinto che il primo motore di cambiamento nasca dalla conoscenza. Tradurre studi e dati scientifici in poesia è stato il nostro difficile compito.

Lorenzo Alfieri - attore -












RIFLESSIONE



Confesso di essere preoccupata per i tempi in cui viviamo, e soprattutto pensando al futuro: il '900, con tutte le sue nefandezze, non mi sembra finito, anzi, trovo che si siano estremizzate le conflittualità. A tutti i livelli. E si rifanno gli stessi errori, solo patinati dal web.
Solo cultura e cuore possono salvare i terrestri.
Mi consolo pensando che in tanti sono stanchi della spazzatura e dei non-valori proposti a vari livelli (web, cinema, tv, perfino libri scritti da non veri scrittori o da professionisti vittime delle leggi del mercato) e chiedono a gran voce che chi può continui a farlo, per amore di quei pochi.
Il web imploderà, ne sono sicura. La tecnologia è solo un mezzo, non un valore: l'uomo è un valore. Ed è decisamente dimenticato, se non addirittura umiliato e preso in giro.

mercoledì 20 marzo 2019

ARTISTI UNITI CONTRO IL CANCRO 2019




STARDUST ARTISTIC STUDIOS & CASA DELLA DANZA E DELLA MUSICA



"ARTISTI UNITI CONTRO IL CANCRO"

Il 23 Marzo 2018 alle ore 19.30
presso la Casa della Danza e della Musica
in via Roma s.n.c. a Basiglio (MI)
si è tenuto un grande concerto a favore della ricerca sul cancro e in onore di Emanuele Contreras, artista poliedrico.
Direttore artistico: Andrea Musumeci.
Emanuele avrebbe voluto partecipare al gruppo di ricerca che si sarebbe aperto a breve all’Istituto dei Tumori, ma non ce l’ha fatta.
Esattamente il gruppo finanziato con il concerto, e con tutte le donazioni. Ogni click a questo video sarà monetizzato e donato alla ricerca.
Artisti stupendi ci hanno regalato emozioni in musica e poesia per omaggiare Emanuele e per sostenere la ricerca sul sarcoma Gist; la ricerca è l’unica arma che abbiamo (e l’Italia spicca per i suoi validissimi Cervelli) contro un male subdolo e devastante.
Al concerto è intervenuto il primario dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, Dottor Paolo G. Casali.
Grazie a Giacomo Lattuca per l'editing video e a Davide Ferro per il caricamento. Riprese di Sergio Rinaldi.


Per tutti coloro che credono nella ricerca, è possibile fare una donazione direttamente sul conto corrente:
Fondazione IRCCS “ISTITUTO NAZIONALE TUMORI”
S.C. Oncologia medica 2 – Tumori mesenchimali dell’adulto e Tumori rari
codice identificativo: O/12/OTM
Responsabile dott. Paolo G. Casali
Causale: Ricerca clinico – scientifica sui GIST
BANCA POPOLARE DI SONDRIO
Ag. 21 Politecnico – Via Edoardo Bonardi 4
20133 Milano
Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori
IBAN: IT15C05696 01620 000002001X82
C/C N. 000002001X82
ABI: 05696
CAB: 01620
CIN: C
SWIFT POSO IT22


FACCIAMO DIVENTARE VIRALE QUESTO VIDEO, PERCHE' NON SOLO SI HA DI CHE VEDERE E SENTIRE, MA OGNI CLICK E' MONETIZZATO E ANDRA' ALLA RICERCA.
GRAZIE DI CUORE A TUTTI!
La ricerca sconfiggerà il cancro.


Mariangela Ungaro & Emanuele Contreras

lunedì 18 marzo 2019

Io canto Milano

https://youtu.be/yoXoIx9Ot50
Con immenso piacere presento l'ultimo nato dei rinnovati Stardust Studios: Alda Merini è  protagonista della sua Milano, in un canto di nostalgia asciutta, priva di qualsiasi retorica.
Voce di Lorenzo Alfieri
Musiche: Mariangela Ungaro & Emanuele Contreras.
Registrazione c/o NoiseStudio - Milano
#poesiaMusica
#musicaepoesia
#Milano1900 #AldaMerini #CantoMilano
#MariangelaUngaro #LorenzoAlfieri

https://youtu.be/yoXoIx9Ot50